Nuovo modello RLI per la registrazione dei contratti di locazione

08.06.2018

Disponibile on line, sul sito dell'Agenzia delle entrate, insieme alle relative istruzioni e alle specifiche tecniche, la rivisitazione del modello Rli, versione 2.0, "Richiesta di registrazione e adempimenti successivi - contratti di locazione e affitto di immobili", approvato con provvedimento del 15 giugno 2017.


Nel nuovo modello sono confluiti la maggior parte degli adempimenti fiscali legati alla registrazione dei contratti di locazione e di affitto, come:

richieste di registrazione dei contratti di locazione e affitto di beni immobili;

  • proroghe, cessioni, subentro e risoluzioni dei contratti in essere;
  • esercizio o revoca dell'opzione per la cedolare secca;
  • registrazione dei contratti di locazione con previsione di canoni differenti per le diverse annualità;
  • ecc.

Il modello può essere presentato in modalità telematica direttamente dal contribuente (in tal caso, è necessario essere in possesso delle credenziali di accesso ai servizi telematici dell'Agenzia delle entrate) oppure avvalendosi degli intermediari abilitati.

La presentazione telematica del modello, in ogni caso, può essere effettuata anche presso gli uffici territoriali dell'Agenzia da parte dei soggetti non abilitati.

La novità più interessante è  il nuovo "Quadro E", da compilare nel caso di locazione con canoni diversi per le diverse annualità. Soprattutto nelle locazioni commerciali infatti, è sempre più comune la richiesta da parte dei conduttori, così come l'offerta di alcuni proprietari, di canoni annuali che vanno ad accrescersi di anno in anno, in modo da rendere più sostenibile l'avviamento di una nuova attività commerciale.